Matteo Salvini al Senato: "Tagliamo i 345 parlamentari e andiamo al voto"

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini si è recato a sorpresa in Senato nel giorno del voto sulla calendarizzazione della mozione di sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte presentata dalla Lega.

Riciclando le solite frasi da campagna elettorale tra le proteste dei senatori dell'opposizione, il leader della Lega ha annunciato di essere d'accordo col Movimento 5 Stelle sul taglio dei 345 parlamentari prima di chiamare gli italiani al voto:

Sono arrivate alcune proposte. Ho sentito l'amico e collega Luigi Di Maio, più di una volta, ribadire in questi giorni "votiamo il taglioni 345 parlamentari e andiamo subito il voto": voteremo per anticipare il taglio del parlamentari, chiudiamo in bellezza e poi si va subito al voto. Noi ci siamo. Tagliamoli la settimana prossima e diamo la parola agli italiani. Prima si vota, prima c'è un parlamento che nomina un governo che va avanti 5 anni, prima di sterilizzano gli aumenti dell'IVA.

Questa è sicuramente una novità, annunciata a sorpresa da Matteo Salvini in tono di sfida. Se questo, ha spiegato in aula, è quello che il Movimento 5 Stelle vuole, è quello che la Lega gli darà come ultimo atto prima della fine dell'esecutivo gialloverde.

Le tempistiche anticipate da Salvini sono tutt'altro che realistiche: il leader della Lega vorrebbe approvare il taglio dei 345 parlamentari entro la prossima settimana e tornare al voto già il giorno successivo. Poco importa, non spetta a Salvini dettare le tempistiche, ma la sua proposta resta chiara.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO