Salvini contro Trenta: "Umanità non vuol dire aiutare Ong e trafficanti. Serve un governo forte"

Il ministro dell'Interno oggi è impegnato a Castel Volturno.

Nonostante oggi sia impegnato alla Scuola forestale dei carabinieri di Castel Volturno per il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, il ministro dell'Interno Matteo Salvini questa mattina si è scatenato su Facebook, anche mentre la riunione era già cominciata e dunque è presumibile pensare che sia stato il suo staff a occuparsi dei post da pubblicare contro la decisione della ministra della Difesa Elisabetta Trenta di non firmare il divieto d'ingresso per la Open Arms che è ormeggiata vicino a Lampedusa.

Nel frattempo il sindaco di Lampedusa ha chiesto alla nave di entrare nel porto, visto che il mare è agitato e che a bordo ci sono ancora dei bambini in quanto, nonostante la richiesta del Tribunale dei Minori di Palermo di farli sbarcare, neanche loro hanno ancora avuto la possibilità di essere portati a terra.

Sulla pagina di Salvini, che sia stato lui o il suo staff, stamattina sono stati pubblicati diversi post di reazione alla presa di posizione di Elisabetta Trenta. Condividendo la prima pagina dello schieratissimo Il Tempo, che titola "Fanno già tornare gli immigrati" con tanto di foto di Conte e Trenta, il ministro dell'Interno ha scritto:

"Gli Italiani hanno bisogno di un governo forte, non è ammessa timidezza quando sono in gioco la sicurezza e i confini della Patria. Che è dovere di ogni cittadino, e a maggior ragione di ogni ministro, DIFENDERE"

Ovviamente dimenticando che gli "immigrati" non hanno mai smesso di sbarcare, neanche durante i mille teatrini di Salvini, che sotto sotto è sicuramente contento di questo nuovo tira e molla perché gli consente di distrarre l'attenzione dalla crisi di governo da lui stesso innescata e che gli si sta per ritorcere contro.

In un altro post Salvini ha scritto:

"Sul divieto di sbarco alla Open Arms siamo soli contro tutti. Contro Ong, tribunali, Europa e ministri impauriti. E col PD al governo, immigrazione di massa e Ius Soli tornerebbero realtà"

E poi in un altro ancora, tutto nel giro di pochissime ore, ha detto:

"Il Ministro della DIFESA non ha firmato il divieto di sbarco.
Umanità non significa aiutare trafficanti e Ong. È grazie a questo presunto concetto di “umanità” che negli anni dei governi Pd l’Italia è diventata il campo profughi d’Europa.
Per me umanità significa investire seriamente in Africa, non certo aprire i porti italiani"

Da notare come Salvini metta sempre in caps "difendere" e "difesa", insistendo con la sua teoria della necessità di difendere i "confini".

Salvini contro Trenta

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO