M5S: "Lega ha bloccato il sequestro del PC di Siri"

siri computer movimento 5 stelle

Il Movimento 5 Stelle e la Lega ormai non si risparmiano nulla. Da quanto Matteo Salvini ha deciso di staccare la spina al governo Conte è una guerra senza esclusione di colpi tra i due partiti che hanno sorretto fin qui la maggioranza. Oggi, tramite il Blog delle Stelle, il partito guidato da Luigi Di Maio accusa quello del vicepremier Matteo Salvini di aver fatto cadere l’esecutivo sostanzialmente per salvare l’ex sottosegretario Armando Siri. "Salvini stacca e il Senato non può autorizzare il sequestro del PC di Siri. Coincidenze?", è il titolo di un post apparso sull’organo ufficiale del Movimento.

"Con il ministro Bonafede abbiamo realizzato lo Spazzacorrotti, che sbatte fuori i corrotti dalla Pubblica Amministrazione, e messo nero su bianco la riforma della Giustizia che dimezza i tempi dei processi e che è stata bloccata dalla Lega. Perché? Berlusconi ha chiamato, Salvini ha obbedito", si legge nell’articolo del Blog delle Stelle. Siri, senatore della Lega, è indagato per corruzione e autoriciclaggio, e secondo quanto sostiene il M5S quanto accaduto negli ultimi giorni non sarebbe casuale a livello di tempistica.

"C'è una coincidenza che spiazza: Salvini ha staccato la spina all'Esecutivo Conte proprio mentre il Senato si trovava impegnato ad autorizzare il sequestro del computer di Siri. Senza quell'autorizzazione gli inquirenti non possono analizzare il contenuto di quel PC".

In quel computer potrebbero esserci prove importanti, senza le quali il lavoro degli inquirenti potrebbe essere rallentato e ostacolato.

"I cittadini non hanno diritto di sapere se in quel PC siano o non siano presenti dei contenuti che potrebbero chiarire i legami di Siri con Arata? Come è noto, il filone giudiziario su Arata coinvolge anche presunti fiancheggiatori del superlatitante Matteo Messina Denaro, l’ultimo custode dei patti scellerati fra pezzi di Stato e Cosa nostra".

"Salvini consegni il PC di Siri ai magistrati"

Il post si conclude dunque con un appello a Salvini, che fin qui si è sempre dichiarato paladino della giustizia e della trasparenza.

"Matteo Salvini, in nome della trasparenza e se ha il coraggio, vada in Procura e consegni il PC di Siri ai magistrati. Gli italiani hanno diritto di sapere cosa c'è lì dentro!".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO