Renzi: "È la crisi politica più folle del mondo, voterò sfiducia a Conte"

renzi sfiducia conte

Matteo Renzi ha rilasciato un’intervista a Le Monde nel corso della quale è tornato a parlare della crisi di governo. L’ex presidente del Consiglio ha ribadito che il 20 agosto voterà la sfiducia a Giuseppe Conte, anche se l’artefice di quella che l’ex rottamatore definisce "la crisi politica più folle del mondo" è solo ed esclusivamente Matteo Salvini. Il leader della Lega, secondo Renzi, fugge dalle proprie responsabilità, ovvero quelle di approvare una manovra assai rischiosa per l’Italia.

"L'Italia è abituata alle convulsioni governative, ma quella scatenata da Matteo Salvini è senza precedenti", sottolinea il senatore del Partito Democratico. "Nessuno aveva mai provocato una crisi in piena estate per non fare la Manovra", aggiunge Renzi a Le Monde, ribadendo che sfiducerà Conte "perché la debacle del governo è evidente".

[related layout="big" permalink="

" permalink_nofollow="false"][/related]

Insomma, l’obiettivo principale dell’ex segretario del PD è quello di far cadere il governo Conte per poi avviare un serio dialogo con il Movimento 5 Stelle. Già, perché dopo anni di accuse ed insulti incrociati, ora Renzi tende la mano ai pentastellati.

"In questi anni mi hanno massacrato con colpi sotto alla cintura. Ma quando si fa politica - prosegue - , bisogna mettere l'interesse del Paese al di sopra di tutto. Se si votasse subito, l'Iva passerebbe dal 22 al 25% alla fine dell'anno. In più, c'è il rischio concreto di una deriva estremista. Di fronte a questo, non si può obbedire al proprio risentimento personale".

Renzi: "Salvare un uomo in mare non può essere un delitto"

In queste ore è tornata in auge nel dibattito politico la questione dei migranti. Il decreto Sicurezza bis voluto fortemente da Matteo Salvini non sta avendo alcun effetto di sorta. Per Renzi la questione va affrontata da altri lati e coinvolgendo due continenti interi.

"Sicurezza bis? Bisognerà affrontare il problema di quel decreto: salvare un uomo in mare non può essere un delitto. Ma bisognerà fare molto di più, definire una strategia. Non si tratta di un problema fra Pd, M5s e Lega, ma fra l'Europa e l'Africa. Bisogna aiutare quel continente a svilupparsi. L'indifferenza dell'Europa di fronte a questi problemi - conclude - non può durare".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO