Open Arms, Conte a Salvini: "Fate sbarcare i minori"

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e Matteo Salvini sono ormai ai ferri corti da giorni e la situazione della nave Open Arms, giunta alle porte di Lampedusa lo scorso 15 agosto e ora di nuovo in fase di stallo perché l'ordine di far sbarcare i migranti non è ancora arrivato.

L'unico responsabile di questa situazione è il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, che per mesi ha fatto propaganda elettorale sulla pelle dei migranti e ora che ha aperto la crisi di governo, rimangiandosi mesi di promesse e rassicurazione, non ha intenzione di fare un passo indietro neanche su questo, neanche quando è chiaro che la situazione a bordo della Open Arms è ormai allo stremo.

Al momento a bordo della nave, da ben 16 giorni, ci sono 134 migranti. In due settimane sono state eseguite 6 evacuazioni di emergenza, ma il Ministro dell'Interno ha deciso che neanche i minori possono sbarcare e ieri sera Giuseppe Conte ha voluto sollecitare ancora una volta il vicepremier leghista, chiedendo di autorizzare almeno lo sbarco dei giovanissimi.

La lettera di Conte è stata inviata ieri sera a Matteo Salvini, non in maniera pubblica stavolta. La richiesta è semplice: far sbarcare i minori dalla Open Arms. Il comandante della nave, Marc Reig, parla chiaro:

La Open Arms è una bomba ad orologeria. Se non si interviene immediatamente la prima miccia la farà esplodere.

Qualcosa di sta muovendo e la soluzione arriverà in ogni caso, ma Matteo Salvini potrebbe autorizzare immediatamente lo sbarco e chiudere quanto prima questa situazione disumana e degradante. Ma evidentemente i consensi valgono più di 134 vite e la Open Arms dovrà scegliere la strada più lunga, quella che passa per un esposto presentato presso la Procura di Agrigento, che ora sta raccogliendo il materiale necessario e ha già avviato un'inchiesta per reato di sequestro di persona, violenza privata e abuso d’ufficio.

La Procura deve chiarire con precisione chi ha dato l'ordine di non far sbarcare i migranti e con quali motivazioni lo ha dato. La responsabilità, in questo caso, è personale ed è necessario verificare con attenzione chi dovrà finire nel registro degli indagati, dal momento che almeno sulla carta a dover autorizzare o meno lo sbarco è il Prefetto di Agrigento, Dario Caputo, che per ovvi motivi esegue gli ordini in arrivo dal Viminale guidato da Matteo Salvini.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO