Di Maio: "Salvini è disperato. Ha aperto la crisi in spiaggia, noi la portiamo in Parlamento"


"Salvini è disperato" secondo Luigi Di Maio. Dopo che lo stato maggiore dei 5 Stelle ha scaricato il leader leghista definendolo "inaffidabile", il capo politico del Movimento marca la distanza ormai siderale con l’ex alleato: "La mozione di sfiducia della Lega al governo è ancora depositata e Salvini ha aumentato il livello di attacco nei nostri confronti. Ha bisogno di parlare di noi per fare notizia, è disperato. Spero che nella Lega si apra un dibattito sul disastro che Salvini ha compiuto in pochi giorni e in totale autonomia".

Il vicepremier e ministro del Lavoro sottolinea la diversa sensibilità istituzionale del M5s: "Non si sa cosa sia successo tra un mojito e l'altro. Hanno aperto una crisi in spiaggia, noi la stiamo portando in Parlamento perché è il luogo democratico dove dibattere". Di Maio poi rivela che: "Molti leghisti mi hanno scritto che non sapevano nulla. È colpa di Salvini e lo si vede anche da alcune interviste rilasciate da altri esponenti leghisti”.

Nel confermare la massima fiducia nel premier Conte - domani in Senato per le sue comunicazioni all’aula - Di Maio smentisce l’ipotesi di "un governo Renzi, Lotti e Boschi" che è "frutto solo delle bufale della Lega e nemmeno rispondiamo". Piuttosto "non derogheremo mai la nostra battaglia per difendere l'ambiente e le future generazioni. No inceneritori, no discariche, il futuro è un'altra cosa".

Il vero obiettivo della legislatura aggiunge il leader grillino "deve essere il taglio dei parlamentari. Ma non dobbiamo fermarci, dobbiamo puntare a tagliare anche gli stipendi: per questo c'è una nostra proposta". Sul rischio di aumento dell’Imposta sul valore aggiunto "per colpa della Lega" Di Maio precisa che sarà fatto di tutto per evitarlo. Con chi e con quali risorse rimane per ora un rebus.

Luigi Di Maio salvini disperato

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO