Open Arms, i migranti si gettano in mare. Spagna: "Emergenza umanitaria, non faremo come Salvini"


Diversi migranti a bordo della Open Arms, da 19 giorni giorni in mare, hanno cominciato a gettarsi in acqua per raggiungere l'isola di Lampedusa, distante appena 700 metri. Era già accaduto nei giorni scorsi con cinque persone che in preda alla disperazione si erano lanciate in acqua con i giubbotti di salvataggio.

La Guardia Costiera sta recuperando i migranti in acqua con un suo mezzo e li sta portando al molo di Lampedusa. Intanto lo stallo per i circa cento naufraghi rimasti a bordo della Open Arms potrebbe sbloccarsi in giornata. Il governo spagnolo ha fatto sapere che "nelle prossime ore" offrirà una soluzione fattibile.

Madrid aveva già offerto un porto sicuro, ma la nave della Ong spagnola aveva replicato che ci vorrebbero sette giorni di navigazione per arrivare e le condizioni a bordo non lo permettono. Il presidente di Open Arms Riccardo Gatti aveva controproposto il trasferimento dei migranti a bordo di un aereo.

La ministra della difesa spagnola parlando di "un'emergenza umanitaria" afferma che il governo iberico "non si girerà dall'altra parte come fa il ministro Salvini". Che invece commenta soddisfatto: "Ong spagnola, nave spagnola, porto spagnolo. È giusto così". Secondo il ministro dell’Interno: "La coerenza e la fermezza italiane pagano. Non siamo più il campo profughi d’Europa".

Open Arms migranti in mare spagna offre soluzione

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO