Crisi di governo, Lega: "Chi scappa dalle urne ha la coscienza sporca"

Dopo le dimissioni di Giuseppe Conte da Presidente del Consiglio, la situazione è ora nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che già oggi inizierà le consultazioni al Quirinale per capire come procedere e se e quando richiamare gli italiani alle urne per nuove elezioni politiche.

Se il Movimento 5 Stelle non avanza richieste o pretese, almeno pubblicamente, limitandosi a dichiarare massima fiducia in Mattarella, la Lega continua ad alzare la voce. La posizione di Matteo Salvini è chiara: bisogna tornare subito al voto, anche se tutto quello che la Lega potrà fare sarà manifestare il proprio interesse al Capo dello Stato.

Urlarlo ai quattro venti serve a ben poco, se non forse a far indispettire Sergio Mattarella che non ha ben digerito questa crisi di governo in un momento così delicato per l'Italia. Eppure, dopo la pacata nota dei capigruppo M5S di Camera e Senato, arriva quella della Lega, di tutt'altro tono:

La Lega è già tutta al lavoro per costruire l'Italia dei Sì, fondata su un taglio di tasse per 10 milioni di cittadini, investimenti pubblici, infrastrutture, processi giusti e veloci, certezza della pena e bambini che tornano a nascere. Altri stanno pensando al governo dei NO e delle poltrone? Andiamo a elezioni e facciamo scegliere gli Italiani! Chi scappa dalle urne ha la coscienza sporca.

A firmare la nota sono stati i capigruppo della Lega alla Camera e al Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, che esplicitano così la posizione del loro leader Matteo Salvini, sempre più deciso a capitalizzare al più presto possibile i consensi che i sondaggi gli attribuiscono.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO