Consultazioni al via al Colle. Mattarella incontra Casellati e Fico


La crisi di governo, ormai formalmente aperta, giunge al Colle. Alle 16 sono iniziate le consultazioni al Quirinale. Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto per primi la seconda e la terza carica dello Stato, rispettivamente la presidente del Senato Casellati (FI) e il presidente della Camera Fico (M5s) che non hanno rilasciato dichiarazioni.

Il calendario di oggi prevede poi che il Capo dello Stato incontri il Gruppo parlamentare per le Autonomie del Senato, i Gruppi misti di Senato e Camera e quindi Liberi e Uguali. Domani dalle 10 in poi saliranno invece al Colle, in quest’ordine, Fratelli d'Italia, Partito democratico, Forza Italia, Lega e Movimento 5 Stelle.

Consultazioni, ipotesi e scenari di governo

Consultazioni al Quirinale al via oggi per capire se ci sono le condizioni per una nuova maggioranza e un nuovo governo o se si dovrà tornare alle urne, già entro l’autunno. La pagina dell’esecutivo gialloverde, dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte, molto critico verso l’ex alleato Matteo Salvini, sembra ormai definitivamente archiviata. Salvo sorprese dell’ultima ora.

Il ministro dell’Interno, che non lascia ancora la poltrona come del resto gli altri sei ministri della Lega, ieri ha ritirato la mozione di sfiducia a Conte in Senato lasciando aperta la porta ai 5S che però hanno risposto ancora picche.

Se Salvini sia stato vittima di un “colpo di sole” - come detto ieri da Matteo Renzi a Palazzo Madama - o se il leader leghista considerasse di fatto impossibile un’alleanza 5 Stelle-Pd (ancora tutta da verificare) non è chiaro: di certo l’azzardata mossa agostana di Salvini ha dato nuova linfa a un Movimento in crisi di identità e di consenso, assegnandogli il ruolo di ago della bilancia di questa delicata fase politica.

Se ieri tutto era nelle mani di Conte, oggi la palla passa al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dal Colle trapela che queste dovranno essere consultazioni brevi: se non emerge subito una maggioranza chiara c’è solo il voto.

Crisi di governo: Pd e M5s verso l’accordo?

Ma di quali maggioranze si parla? Quella giallo-rossa, M5s-Pd, non è esattamente ben vista dal segretario dem Nicola Zingaretti che la rifiuta con nettezza se si traducesse in un esecutivo ponte, verso le elezioni. Niente governicchi, è la parola d’ordine della segreteria Pd che è invece per un governo di legislatura e non per un governo che assumendosi la responsabilità di una manovra finanziaria pesante - solo 23 mld servono per sminare l’aumento dell’Iva - farebbe in definitiva il gioco di Salvini.

Zingaretti si è detto disposto a un accordo con i 5 Stelle, fissando in direzione Pd cinque punti imprescindibili per un’eventuale alleanza, ma senza un Conte bis ha detto ieri: “Finora il premier dov’era” è stato il commento del segretario dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio. Lo stesso Conte in ogni caso, d’accordo con Mattarella, non sarebbe più disposto a fare il premier di maggioranze raffazzonate e pronte a dividersi su tutto.

Sullo sfondo, resta in campo anche l’ipotesi di un governo istituzionale, proposto da Renzi, allargato almeno in parte anche a Forza Italia che però smentisce interessamenti in tal senso, anche perché ora tornare al vecchio centrodestra sarebbe in teoria molto più facile. Un’altra ipotesi che circola è quella di un governo di transizione o di garanzia che se non proprio tecnico dovrebbe essere guidato da un non politico del peso di Mario Draghi (che non dispiacerebbe a Forza Italia).

I tempi della crisi

Per quanto riguarda i tempi, Mattarella vorrebbe chiudere la partita della crisi entro lunedì. M5s e Pd troveranno un accordo per un nuovo governo? Renzi e Boschi hanno già chiarito che in ogni caso non ne farebbero parte, cercando di spianare la strada all’intesa. A trattare secondo Avvenire sono “Franceschini, Spadafora, D’Uva, Patuanelli, Marcucci e Delrio”. Domani pomeriggio le delegazioni dem e 5S saliranno al Colle. Solo allora si capirà se la legislatura ha i giorni contati o meno.

consultazioni-mattarella-casellati.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO