Roma, scritta razzista sull'auto di un medico della Croce Rossa

Ennesimo episodio razzista tutto italiano, denunciato a pochi giorni dai insulti rivolti ad un volontario della Croce Rossa a Lozano. Stavolta siamo a Roma, dove ieri sera ignoti hanno danneggiato l'automobile di un medico della Croce Rossa, il 30enne Andi Nganso, incidendo sul cofano con una chiave la scritta "negro mer**".

Nganso, originario del Camerun e impiegato presso l'Area salute del comitato nazionale della Croce Rossa Italiana, ha prontamente sporto denuncia alle autorità competenti, ma a dare risalto a questo ennesimo episodio che certifica l'esistenza di una emergenza razzismo in Italia, è stato il presidente nazionale della Croce Rossa, Francesco Rocca:

Non bastavano gli insulti al volontario di Loano. Ieri notte un nuovo episodio esecrabile a Roma. È ora di fermare questo clima di razzismo, odio e intolleranza che sta crescendo nel nostro paese. Ribadiamo con forza e passione che 'Siamo tutti fratelli e tutti con Andi.

È stato lo stesso Rocca a condividere su Facebook la foto di come è stata ridotta la vettura di Andi Nganso:

Così Andi, medico camerunense della Croce Rossa Italiana - Italian Red Cross, ha ritrovato la sua macchina ieri sera. È ora di fermare questo clima di razzismo, odio e intolleranza che sta crescendo nel nostro Paese. #SiamoTuttiFratelli e #TuttiConAndi.
Stop al razzismo in nome dell’Umanità!

Così Andi, medico camerunense della Croce Rossa Italiana - Italian Red Cross, ha ritrovato la sua macchina ieri sera. È...

Posted by Francesco Rocca on Thursday, August 22, 2019

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO