Zingaretti: "Accuse di Renzi a Gentiloni sono ridicole e offensive"

Il segretario del PD fa un appello alla responsabilità.

In queste ore più che il confronto PD-M5S a preoccupare è il confronto interno al PD. Infatti, da una parte i capigruppo dem e pentastellati si sono detti in sintonia su molti temi e pronti a lavorare insieme in un clima positivo e costruttivo, dall'altro, all'interno del Partito Democratico, volano stracci...

Ancora una volta la colpa è principalmente di Matteo Renzi, che in queste giornate in cui si sta dedicando all'insegnamento della politica ai giovanissimi, si è lasciato scappare un commento su un presunto boicottaggio dell'accordo PD-M5S da parte del Presidente del partito, Paolo Gentiloni. Il segretario Nicola Zingaretti si è sentito in dovere di intervenire e in una nota ha scritto:

"Non è mai esistita ovviamente nessuna manovra del Presidente Gentiloni per far fallire l'ipotesi di un nuovo Governo e sostenerlo è ridicolo e offensivo"

Poi, sottolineando la delicatezza di questa fase di trattative con il M5S, ha invitato i dem sostanzialmente a tacere, a non rilasciare dichiarazioni a casaccio che possano compromettere il lavoro che in questo momento stanno svolgendo i capigruppo e la segreteria del partito:

"Siamo nel pieno di consultazioni delicatissime e stiamo lavorando per raggiungere un obiettivo difficile: dare vita a un Governo di svolta per cambiare l'Italia; e questo passa per uno spirito unitario. Torno per l'ennesima volta a fare un appello alla responsabilità: fondamentale per raggiungere questo obiettivo è fermare questo continuo proliferare di comunicati, battute, interviste che, questi sì, mettono tutto a rischio e logorano la nostra credibilità"

Zingaretti difende Gentiloni da accuse di Renzi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO