Ocse: Italia a crescita zero, ultima tra i paesi del G7

italia al palo ocse

Pil dell'area Ocse in frenata nel secondo trimestre 2019, con una crescita dello 0,5%, rispetto allo 0,6% registrato nei primi tre mesi dell’anno. Il rallentamento riguarda tutti i paesi dell’area (35) con l'Italia che è fanalino di coda tra i paesi del G7, spiega l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico con sede a Parigi.

Il nostro paese cresce zero sia nel confronto con il primo trimestre sia rispetto allo stesso periodo del 2018. Sempre in base alle statistiche trimestrali, il Pil ha rallentato tra il primo e il secondo trimestre del 2019 in modo netto anche nel Regno Unito, a -0,2% da +0,5%, e in Germania, a -0,1% da +0,4%.

Il Pil è cresciuto meno anche negli Stati Uniti (+0,5% da +0,8 precedente), in Giappone (+0,4% da +0,7%), in Francia (da +0,3% a +0,2%) e in Italia (da +0,2% a 0). Anche i dati relativi all'Unione europea mostrano la frenata del Pil tra il primo e il secondo trimestre (da +0,5% a +0,2%), stessa cosa per l’area euro (da +0,4% a +0,2%) mentre su base annua l’intera area Ocse fa segnare un aumento del Pil dell'1,6%.

Tra le sette principali economie globali, gli Stati Uniti hanno fatto segnare la crescita del Pil più alta nel periodo preso in considerazione (+2,3%), mentre l’Italia ha registrato la crescita tendenziale più bassa (0,0%), la Germania è cresciuta dello 0,4%, la Francia dell’1,3% e il Regno Unito dell'1,2%.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO