M5S-PD, confronto di 4 ore. Dem: “Strada in salita su contenuti”. 5 Stelle: “La pazienza ha un limite”

Non è ancora stata fatta chiarezza su un possibile Conte-bis.

Confronto PD-M5S

Quattro ore di confronto, ma quasi niente di risolto. Non sono stati sciolti né i nodi sul programma, né quello sul Premier e in particolare su un possibile Conte-bis. All’una di notte Nicola Zingaretti e Andrea Orlando, segretario e vicesegretario dem, hanno lasciato Palazzo Chigi e da quel momento hanno cominciato a trapelare “voci”. Da una parte le fonti Dem che hanno detto:

“Siamo al lavoro, ma c’è ancora molto da fare su contenuti e programmi. E non c’è ancora il via libera a Conte. La strada è in salita, differenze di vedute sulla manovra”

Dall’altra fonti del MoVimento 5 Stelle che lasciano intendere che i pentastellati si stiano spazientendo:

“È un momento delicato e chiediamo responsabilità ma la pazienza ha un limite. L'Italia non può aspettare, servono certezze. Il Pd ha parlato solo di ministeri, non di programmi. Aspettiamo la posizione ufficiale del Pd sul Conte bis. Non c'è chiarezza finora. I dem lo dicano chiaramente, Conte merita rispetto”

Questa mattina alle 11 le parti si incontreranno di nuovo per parlare del programma, della manovra 2020 e dei decreti su giustizia e sicurezza. Insomma, si preannuncia un’altra giornata di confronti alla ricerca dell’accordo, mentre il tempo sta ormai per scadere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO