Di Maio: "Ore difficili per il Paese ma c'è chi pensa a colpire me"

luigi di maio governo

Luigi Di Maio ha commentato le ultime indiscrezioni sulle trattative tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico per la formazione del nuovo governo. Dopo aver “sbloccato” il nome di Giuseppe Conte, pare che il veto dem sia ora su quello del leader pentastellato, che rivendicherebbe il ruolo di vicepremier già occupato durante l’esperienza dell’esecutivo gialloverde.

"Sono ore molto difficili per il Paese - le parole di Luigi Di Maio prima di entrare a Palazzo Chigi - , in cui ognuno dovrebbe saper dimostrare responsabilità. Ci siamo ritrovati in una crisi di governo senza un perché, per colpe che non sono certo attribuibili al M5S. Mi sorprende che qualcuno sembri essere più concentrato a colpire il sottoscritto che a trovare soluzioni per gli italiani".

Di Maio: "Politica non è scontro continuo"

Dopo aver scaricato sulla Lega le responsabilità della caduta del governo, Di Maio non lesina una stilettata al Partito Democratico, che si starebbe concentrando sui nomi e le poltrone piuttosto che sui contenuti.

"Ma questa è la politica - ha proseguito l’ex ministro del Lavoro - , anzi una certa politica, abituata a concepire il dibattito non come occasione di crescita, bensì come uno scontro continuo e sistematico sulle persone".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO