Zingaretti ha l'ok della Direzione PD: "Sì a Conte Premier, ma serve un modello di governo diverso"

Il segretario Dem ha detto che non ci sarà un contratto di governo come quello Lega-M5S.

La Direzione del PD che si è tenuta stamattina ha dato mandato al segretario Nicola Zingaretti di dare la disponibilità del partito a verificare la possibilità di un nuovo governo con un mandato esplorativo. La sua relazione è stata approvata con un solo voto contrario, quello del senatore Matteo Richetti, che è andato via arrabbiato dicendo che durante le ultime due direzioni non c'è stato dibattito.

Zingaretti, nella sua relazione, secondo quanto riportato da alcuni presenti, avrebbe detto:

"Il Pd ha mantenuto sempre la schiena dritta. Mai abbiamo anteposto gli interessi di parte a quelli del Paese. Noi abbiamo accettato il peso della responsabilità nei confronti del Paese. Chiederemo una discontinuità. Potevamo scegliere diversamente? Forse. A partire dalla figura del Premier. Ma abbiamo deciso di aprire alla scelta di Conte perché così ha deciso il M5S"

Poi ha invocato "un modello diverso di governo rispetto al precedente" ed "equilibri accettabili per tutti" e ha detto che non ci sarà un contratto di governo come quello tra Lega e M5S perché è un modello che non ha funzionato.

Il Presidente del PD Paolo Gentiloni ha detto che il partito oggi ha dato una "straordinaria prova di unità" e il capogruppo alla Camera Graziano Delrio ha spiegato:

"La direzione ha dato un mandato in pratica all'unanimità al segretario, stasera ci sarà il nome del premier incaricato, poi c'è tanto lavoro da fare. La strada è ancora lunga"

Il PD è atteso al Quirinale alle ore 16 per la consultazione con il Presidente della Repubblica, la prima della sessione pomeridiana.

Zingaretti sì a Conte dopo Direzione PD

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO