Greta Thunberg è arrivata a New York e va all'attacco di Donald Trump

Lo yatch a zero emissioni Malizia II accolto da 17 barche a vela dell'ONU.

Greta Thunberg è arrivata ieri a New York dopo un viaggio di due settimane in barca a vela, a bordo dello yacht a zero emissioni Malizia II di Pierre Casiraghi. È sbarcata nella serata italiana a North Cove Marina dopo aver gettato l'ancora a Coney Island e aver espletato le pratiche doganali. Il viaggio, cominciato da Plymouth nel Sud dell'Inghilterra il 14 agosto, è stato lungo ben 5550 km, una traversata atlantica su un veliero di 18 metri che, però, non sarà ripetuta al ritorno. Greta non sa ancora come tornerà in Svezia, ma sono già cominciate le polemiche perché diverse persone voleranno a New York per riportare Malizia II in Europa e anche il co-skipper di Casiraghi, il tedesco Boris Herrmann, tornerà in aereo.

A New York Greta è stata accolta come una star, ad attenderla c'erano 17 imbarcazioni dell'ONU a simboleggiare i 17 dossier sull'emergenza climatica che saranno trattati alla conferenza sul clima organizzata dalle Nazioni Unite e a cui la giovane attivista svedese è stata invitata. Quando le è stato chiesto se ha qualcosa da dire al Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che continua a negare l'emergenza climatica, Greta Thunberg ha detto:

"Il mio messaggio per lui è: ascolta gli scienziati. Ovviamente lui non lo fa. Come rispondo sempre a questa domanda, nessuno è riuscito a convincerlo sull'emergenza climatica, allora perché dovrei riuscirci io, allora mi concentro sulla sensibilizzazione della gente, affinché l'opinione pubblica cominci a capire quanto sia grave questa crisi. Il petrolio e il gas hanno i loro alti e bassi, noi dobbiamo capire quali sono le conseguenze da una prospettiva più grande quando li utilizziamo come li utilizziamo attualmente"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO