"Prima le poltrone": 15 mesi fa non è successa la stessa cosa?

Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti

"Per il PD prima le poltrone": è quello che va ribadendo Matteo Salvini ormai da giorni, come un disco rotto, seguito a ruota da quella Giorgia Meloni che per pochi istanti ha assaporato la possibilità di tornare finalmente al governo. Lui che ha aperto una crisi di governo sperando di poter tornare subito al voto e che adesso si è visto sottrarre da sotto il naso quel posto al Ministero dell'Interno.

Poltrone è la parola chiave di questa campagna elettorale che ha cambiato forma dai primi giorni di agosto. Poltrone è la parola che Salvini sta pronunciando con maggiore frequenza nelle dirette ormai quotidiane su Facebook, quella stessa parola che è stata ripetuta più volte anche al Quirinale dopo i due giri di consultazioni voluti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La memoria storica in Italia, però, è sempre più corta e quelli che ora accusano gli altri di concentrarsi soltanto sulle poltrone hanno fatto la stessa identica cosa neanche 15 mesi fa, quando per settimane Lega e Movimento 5 Stelle stavano dando forma all'esecutivo gialloverde diventato realtà nel giugno dello scorso anno.

La scusa delle "poltrone" è quella che viene usata puntualmente da chi rimane escluso dalla formazione del governo. Come pensate siano stati scelti i ministri che hanno composto l'esecutivo gialloverde, col tiro a sorte? Si è inevitabilmente discusso anche in quell'occasione delle cosiddette "poltrone" e se ne è parlato per settimane mentre 60 milioni di cittadini, a poche settimane dal voto, era in attesa di un governo. Vogliamo davvero credere che in quelle settimane si è parlato solo ed esclusivamente del programma di governo?

Anche in quel caso, e non può essere altrimenti, le "poltrone" sono state fondamentali perchè avrebbero dato fin da subito una chiara linea ad un determinato ministero. Si era discusso a lungo della "poltrona" di vicepremier che poi Di Maio e Salvini hanno deciso di dividersi spaccando in due quella figura di garanzia. Ci ricordiamo di quando Salvini e Di Maio discutevano animatamente sui ministeri da assegnare alla Lega e quelli da riservare al Movimento 5 Stelle? Oppure ancora quando l'attenzione si era spostata sulla poltrona del Ministero dell'Interno da assegnare? O di quanto Salvini e Meloni si riunirono per valutare la possibilità di assegnare un Ministero a Fratelli d'Italia?



O, ancora, quando dopo un nuovo stallo era paventata l'ipotesi di assegnare a Luigi Di Maio il ruolo di Presidente del Consiglio? Ci siamo già dimenticati di quanto la "poltrona" del Ministro dell'Economia è stata al centro di un lunghissimo tira a molla incentrato sulla figura di Paolo Savona? E di quando, sempre in merio a Savona, Salvini si era sfogato su Facebook perchè non riusciva ad averla vinta sulla decisione di quella "poltrona"? E quando dettava le regole per quello stesso ministero?

Era stato poi lo stesso Matteo Salvini a fornire a Giuseppe Conte la lista dei ministri della Lega. Anche in quel caso non ci furono discussione sulle "poltrone"? Si era discusso talmente tanto al punto che Giuseppe Conte era tornato al Quirinale per rimettere l'incarico, proprio perchè le discussioni sulle "poltrone" avevano raggiunto un livello ridicolo. La parola passò poi in mano a Carlo Cottarelli e poi di nuovo a Giuseppe Conte.

Pochi giorni dopo Matteo Salvini era tornato all'attacco con la figura di Paolo Savona in diverse occasioni. La trattativa per le "poltrone" è proseguita per settimane, in parallelo alla scrittura del contratto di governo che ha poi permesso alle due forze politiche di formare un esecutivo.

Accusare M5S e PD di concentrarsi solo sulle "poltrone" è un modo molto facile per screditare gli avversari e portare avanti la propria propaganda e incitare i cittadini a scendere in piazza. Questo Matteo Salvini lo sa benissimo. Chi non sembra capirlo, però, sono i suoi sostenitori che ripetono a pappagallo le parole del "capitano". Questa è pura e semplice propaganda e come tale ha attecchito alla perfezione!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO