La Lega annuncia: i presidenti delle Commissioni non si dimetteranno

lega presidenti commissioni

Al termine delle consultazioni con il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, la delegazione della Lega ha ribadito la totale contrarietà ad un nuovo governo giallorosso. Lucia Borgonzoni, ex sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali e il deputato Claudio Durigon si sono detti rammaricati per il colloquio con Giuseppe Conte. Un colloquio nel quale, dichiarano ai giornalisti presenti a Montecitorio, si è parlato più di passato che di futuro.

Inoltre, rispondendo alle domande dei giornalisti, Durigon ha annunciato che "i presidenti di commissione non si dimetteranno. Assolutamente no". Nonostante fin qui abbia sempre affermato di non tenere alle poltrone, il Carroccio non ha intenzione di rinunciare a quelle delle commissioni. "I presidenti di commissione sono quelli delle Camere Fico e Casellati: non devono dimettersi e restano al loro posto. Io ad esempio ho votato Fico e ora non chiedo mica che si dimetta", ha ribadito il sottosegretario leghista.

Valente (PD): "Lega non molla le poltrone"

La replica del Partito Democratico arriva per bocca di Valeria Valente, presidente della commissione contro il femminicidio. "La Lega non molla le presidenze delle commissioni parlamentari, anche se cambia la maggioranza parlamentare. Ma non erano quelli disinteressati alle poltrone?", scrive su Twitter la senatrice.

Per il cambio alla guida delle Commissioni, dunque, bisognerà attendere la prossima Primavera, quando sarà scattato il biennio. La Lega, ad oggi, detiene la presidenza di 5 commissioni parlamentari permanenti su 14 alla Camera e altrettante al Senato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO