La nave Mare Jonio lancia l’allarme: "Fateci sbarcare, siamo senz’acqua"

mare ionio appello

La Mare Ionio chiede che i 49 migranti rimasti a bordo possano essere sbarcati al più presto. Con un comunicato ufficiale, infatti, la ong Mediterranea Saving Humans lancia un appello alle autorità, che nei giorni scorsi hanno dato il via libera allo sbarco di donne e bambini. L’imbarcazione che ha salvato circa 100 migranti al largo della Liba, chiede che venga concesso l’ingresso nel porto di Lampedusa "a causa del rischio di emergenza igienico-sanitaria".

In merito a quello che sta accadendo a bordo della Mare Ionio, le autorità sono informate già dalle prime ore di giovedì, fanno sapere ancora dalla ong, che evidenzia come "a creare allarme è la mancanza di acqua destinata a uso igienico e alle altre necessità di bordo, mancanza che si protrae da ormai 40 ore". Naufraghi ed equipaggio rischiano di essere colpiti da malattie comunitarie e i volontari evidenziano come la situazione d’emergenza non possa essere risolta con il solo invio di bottiglie d’acqua, perché è allarmante "la presenza a bordo di rifiuti derivanti dal salvataggio e dalla permanenza a bordo dei naufraghi, come i vestiti impregnati di benzina e di deiezioni".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO