Sereni (Pd): "Fate sbarcare la Mare Jonio. I Dl Sicurezza vanno modificati"

L'appello di Marina Sereni, componente della Segreteria Nazionale Pd

Nella bozza dell'accordo di Governo tra M5S e PD c'è la correzione dei Decreti Sicurezza I e II e la fine della politica dei "porti chiusi". Su questo punto, fondamentale per il PD, i due partiti hanno trovato un'intesa concordando sulla necessità di intervenire tenendo conto dei rilievi fatti da Sergio Mattarella.

Intanto, però, in attesa del possibile nuovo Governo, la linea dettata da Salvini continua a farla da padrona, anche grazie al contributo dei Ministri Toninelli e Trenta che hanno firmato i divieti d'ingresso nelle acque territoriali italiane per la Mare Jonio e per la Alan Kurdi. La nave dell'ong tedesca Sea Eye, dopo la notifica del divieto d'ingresso, ha fatto rotta verso Malta, mentre la Mare Jonio, dopo aver eseguito il trasbordo di bambini, donne incinte e malati, è sempre in attesa di conoscere il proprio destino al largo di Lampedusa.

A lanciare un appello è arrivata Marina Sereni, membro della segreteria nazionale del PD, che ha invitato tutti a far prevalere il rispetto dei valori costituzionali: "Ci appelliamo a chi ha l'autorità e la possibilità affinché, in questa ennesima assurda e disumana vicenda, si faccia prevalere il rispetto della Costituzione, delle leggi e del diritto internazionale e si facciano sbarcare tutte le persone ancora a bordo della Mare Jonio".

Anche l'ex Presidente del PD, Matteo Orfini, ha rilanciato la questione su twitter: "Per giorni ho sperato in un atto di discontinuità da Conte, ma i profughi sono ancora sulla mare jonio. A questo punto è a Zingaretti, Delrio e Marcucci che lo chiedo: perchè non esigiamo che sbarchino subito? O davvero possiamo continuare come se niente fosse?"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO