Zingaretti: "Caso Mare Jonio conferma che sull'immigrazione bisogna cambiare tutto"

"Il governo non faccia finta di niente, stiamo parlando di esseri umani".

Dalla Mare Jonio oggi sono state fatte sbarcare altre tre persone delle 34 rimaste a bordo (all'inizio, lo ricordiamo, erano state salvate in 98). Due uomini e una donna avevano bisogno di cure mediche importanti, di essere ricoverati presso un ospedale e così sono stati evacuati d'urgenza dalla Capitaneria di Porto. La donna è stata portata via in barella perché non riusciva più a reggersi in piedi. Cecilia Strada di Mediterranea ha sottolineato la crudeltà dello Stato:

"Questa è la volontà dello Stato italiano, evidentemente: farli sbarcare - perché sarà inevitabile alla fine, e lo sanno tutti - ma uno per uno e in barella"

Oggi da parte degli esponenti del PD sono arrivati molti appelli a far sbarcare tutti i naufraghi della Mare Jonio, non ultimo quello del segretario Nicola Zingaretti, che ha scritto:

"La vicenda #MareJonio conferma che in Italia sull’immigrazione bisogna cambiare tutto. Coinvolgere con autorevolezza l'Europa, unire sicurezza, legalità e umanità è possibile. Il Governo non faccia finta di niente, stiamo parlando di esseri umani"

Queste parole fanno riflettere su quale potrà essere la politica di un eventuale Conte-bis che dovrebbe unire il PD a coloro che hanno firmato senza remore i decreti sicurezza di Salvini, che continuano a firmare i divieti di sbarco e che continuano a definire le Ong dei "taxi del mare". La politica sull'accoglienza e l'immigrazione sarà certamente uno dei nodi più difficili da sciogliere.

Zingaretti su immigrazione

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO