Governo M5S-PD, Sibilia: "Ruolo di primo piano per Luigi Di Maio"

Carlo Sibilia

Le trattative per la formazione di un esecutivo M5S-PD sotto la guida di Giuseppe Conte proseguono tra alti e bassi ormai da giorni e la versione ufficiale è che dei futuri ministri non si è ancora iniziato a parlare: prima il programma poi i ministri, come spiegato ieri dal premier incaricato.

La versione ufficiosa, invece, sostiene che si starebbe trattando da una settimana per la squadra che comporrà il nuovo esecutivo, col leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio che non vorrebbe "ridurre" la propria presenza nel nuovo governo e rinunciare al ruolo di vicepremier.

Proprio a questa posizione apparentemente inamovibile sarebbero stati indirizzati i recenti appelli del garante di M5S Beppe Grillo, che si è rivolto direttamente a Di Maio nel tentativo di convincerlo a fare un passo indietro.

Oggi il pentastellato Carlo Sibilia, Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Interno, ha rivendicato un posto di rilievo nell'esecutivo per Luigi Di Maio, precisando però che il capo politico potrebbe anche rinunciare al ruolo di vicepremier:

Per noi la priorità è risolvere i problemi dei cittadini, e tutto, anche le poltrone, è subordinato a quell'obiettivo. Per Di Maio chiediamo un ruolo di primo piano: è il nostro capo politico ed è giusto così.

Al di là degli accordi che verranno delineati nelle prossime ore, tutto potrebbe venir bloccato nella serata del 3 settembre, quando verrà reso noto il risultato del voto sulla piattaforma Rousseau. Il voto, stando alla precisazione odierna del capogruppo M5S al Senato Stefano Patuanelli, sarà vincolante.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO