Lagarde e Timmermans all’unisono sul Conte bis: "È un bene per l’Italia". I mercati festeggiano


Il vicepresidente uscente della Commissione Ue Frans Timmermans come la futura governatrice della Banca centrale europea Christine Lagarde. I due usano praticamente le stesse parole per commentare la nascita del Conte 2 che secondo Matteo Salvini è il primo esecutivo italiano nato a Bruxelles e non a Roma.

Ieri Lagarde, ancora prima che Giuseppe Conte leggesse al Quirinale la lista dei ministri, aveva benedetto il Conte bis, con Roberto Gualtieri ministro dell’Economia, come un "bene per l’Italia". Oggi è Timmermans a ripeterlo: "Penso che sia un bene che ci sia un governo chiaramente impegnato su una linea pro-Ue per trovare soluzioni comuni con il resto dell'Unione".

Timmermans ha poi chiosato: "Sono pronto a lavorare con il nuovo governo italiano" proprio mentre il Conte atto secondo prestava giuramento al Quirinale entrando così nella pienezza dei suoi poteri. Lunedì ci sarà il voto di fiducia alla Camera, il giorno dopo al Senato.

Che il Conte bis e il nuovo ministro dell’Economia italiano piacciano all’Europa e ai mercati lo si vede chiaramente dalle reazioni delle Borse e dello spread. Ieri Piazza Affari è stata la migliore in Europa, nel quadro di una generale chiusura in rialzo per i maggiori mercati azionari continentali: a Milano il primo indice Ftse Mib ha guadagnato l'1,58% e lo spread Btp-Bund tedeschi decennali è sceso a 150 punti base.

Stamattina, nel giorno del giuramento del Conte 2, l’indice Ftse Mib è salito in apertura dello 0,53%, a 21.853 punti, l'All Share dello 0,51%, a 23.739,10 punti. Lo spread ha aperto a 148 punti base, per un rendimento del decennale italiano sul mercato secondario sceso allo 0,81%.

christine-lagarde-conte bis bene per l’italia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO