Matteo Salvini indagato per diffamazione della comandante Carola Rackete

Matteo Salvini e il rosario

Il leader della Lega Matteo Salvini è ufficialmente indagato per diffamazione nei confronti della comandante della nave Sea Watch 3 Carola Rackete, che lo scorso luglio aveva deciso di querelare l'allora Ministro degli Interni per le numerose offese e ingiurie pronunciate o pubblicate nei suoi confronti.

La querela ha fatto il proprio corso e la Procura di Roma ha iscritto Matteo Salvini nel registro degli indagati e inviato tutta la documentazione alla Procura di Milano, città in cui ad oggi Salvini risulta residente.

Nella querela di 14 pagine erano state elencate le 22 offese che Salvini, in qualità di Ministro dell'Interno e vicepremier dell'esecutivo di Giuseppe Conte, aveva rivolto alla giovane cittadina tedesca in diverse occasioni, avviando una vera e propria campagna di odio nei confronti di Rackete.

Anche per questo, visto l'uso di Facebook e Twitter per veicolare quegli insulti e quelle offese, nella querela veniva anche chiesto il sequestro dei profili ufficiali di Matteo Salvini sulle due piattaforme.

La giovane, il 29 giugno scorso, non rispettò il divieto di ingresso nel porto di Lampedusa e portò i 42 migranti a bordo della Sea Watch 3 in Italia mettendo fine ad uno stallo che andava avanti da 17 giorni.

Il diretto interessato, ora impegnato nel ribadire ossessivamente "Mai col PD" e mettere in dubbio la legittimità del nuovo esecutivo formato dopo l'apertura della crisi da parte sua, non ha ancora commentato questo ulteriore sviluppo nella vicenda.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO