Salvini con la Meloni: "lunedì sarò in piazza a Montecitorio"

In attesa del 19 ottobre, giorno nel quale la Lega ha programmato la sua manifestazione a Roma contro il nuovo Governo, Salvini ha annunciato ufficialmente che si unirà alla protesta indetta da Giorgia Meloni davanti al Palazzo di Montecitorio.

Anche Salvini, dunque, prenderà parte alla manifestazione annunciata per lunedì prossimo alle ore 11, per la quale la stessa Meloni aveva già chiamato a raccolta anche i leghisti, invitando tutti a presentarsi all'appuntamento con una bandiera tricolore.

Matteo Salvini, che di piazze se ne intende, ha subito accettato l'invito: "Lunedì ovviamente sarò in piazza a Montecitorio. Intendiamo chiamare a raccolta milioni di italiani che non si rassegnano a schifezza con Renzi e Boldrini, chiunque è invitato. Noi allarghiamo a realtà civiche, all'Italia reale, ai sindaci. Confronteremo vita reale con Palazzo".

Questo Governo è nato soprattutto grazie ad un clamoroso errore tattico commesso dallo stesso Salvini, che a domanda precisa ha subito cercato di spostare l'attenzione su altro: "Chi fa sbaglia, io sbaglio almeno dieci volte al giorno, ma l'ex ministro Trenta mi ha dato conferma che tutto fosse preparato da un pezzo, oggi ha detto 'io pensavo di essere confermata ministro perché ho sempre attaccato Salvini'".

Poi, infine, non poteva mancare una stilettata ai 5 Stelle: "Io dal Pd non mi aspettavo nulla di diverso, perché loro quando vedono una poltrona si lanciano. Mi spiace per i 5 Stelle, che erano partiti come anticasta e mandano in Europa Gentiloni e governano con la Boschi e Franceschini. Sono partiti dalla rivoluzione e sono finiti con Renzi e Gentiloni. È un mercato delle vacche disgustoso".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO