Insulti sessisti a De Micheli da militante di Casapound: "Ha appena staccato dal turno sulla Salaria"

La Salaria è notoriamente una strada frequentata dalle "lucciole" e i loro clienti.

Insulti sessisti da Casapound a Paola De Micheli

Archiviate le polemiche sugli insulti alla ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova per l'abito indossato il giorno del giuramento, oggi è toccato a sua collega, Paola De Micheli, finita al centro della discussione a causa di un post pubblicato su Facebook (e poi cancellato) da un militante di Casapound, che ha pubblicato la foto della titolare del dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti, scattata in Parlamento, con un abito rosso scollato.

La "didascalia" alla foto dice:

"Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti... appena staccato dal turno sulla Salaria"

L'allusione è al fatto che la Salaria sia notoriamente frequentata da prostitute. Andrea Cpi, autore del post, dopo aver fatto incetta di like e condivisioni, lo ha poi cancellato.

Alla ministra De Micheli è arrivata la solidarietà dei suoi colleghi. Davide Faraone, senatore PD, ha scritto:

"Anche Paola De Micheli, un’altra donna, un’altra ministra oggetto degli attacchi di un cretino sui social. Presa per prostituta da un fascista di CasaPound senza alcuna dignità. Sono talmente maschilisti da non riuscire minimamente a valutare il lavoro di una donna. Non conta quello che hanno fatto o come potrebbero svolgere il ruolo di ministro, conta se hanno il décolleté, se hanno il vestito blu elettrico, se sono grasse o hanno le labbra rifatte. Di una donna puoi valutare l’aspetto fisico o al massimo esprimere desideri sessuali, tutto il resto appartiene all’universo degli uomini. Se gli dico troglodita gli faccio un complimento"

Emanuele Fiano, anch'egli del PD, ha commentato:

"Immagino che al tipo di CasaPound che ha appena dato della prostituta alla nostra Paola De Micheli, ministro delle Infrastrutture, passerà in tribunale la voglia di offendere ancora. Intanto solidarietà a Paola ed un abbraccio. La Rete è troppo piccola per contenere tutti i frustrati che si sfogano contro le donne in politica. Di qualsiasi partito siano, a loro andrà sempre la mia solidarietà. Denunciate, denunciate, denunciate questi poveretti della tastiera. Gli passerà la voglia"

A manifestare solidarietà a Paola De Micheli anche il vicepresidente della Camera Ettore Rosato, la senatrice Valeria Fedeli e la ministra delle Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti che ha scritto:

"La volgarità e l'ignoranza degli attacchi non scalfiranno il suo e nostro lavoro. Sconfiggere l'odio diffuso nella rete è una nostra priorità"

La deputata Stefania Pezzopane, anch'ella spesso oggetto di critiche e insulti, ha commentato:

"Ieri Teresa Bellanova, oggi Paola De Micheli: quanta paura e misoginia contro donne forti e impegnate in politica. Insopportabile. Si arriva a dare della prostituta ad una ministra della Repubblica, ma noi siamo con Teresa e Paola e siamo rocce. Teresa e Paola sono due grandi donne e saranno due bravissime ministre. Ci conoscono, ci sono state vicine nella difficile ricostruzione e nelle tante vertenze della Regione Abruzzo. Lasciateci perdere, perché noi siamo rocce"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO