Nicola Zingaretti: "A Conte e M5s chiedo lealtà"

Zingaretti sì a Conte dopo Direzione PD

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti è intervenuto oggi alla Festa dell'Unità di Ravenna e nel suo discorso conclusivo, ora che il governo Conte 2 è ad un passo dall'ottenere la fiducia in Parlamento, si è rivolto direttamente al Movimento 5 Stelle e al Presidente del Consiglio, chiedendo loro lealtà.

Dopo quanto accaduto con l'esecutivo gialloverde, costellato da litigi e scontri pubblici per la quasi totalità della sua breve durata, Zingaretti vuole un cambiamento. E quel cambiamento dovrà passare per proprio per la lealtà:

Non c’è nessun tradimento popolare. Questo governo nasce in Parlamento. Ora che abbiamo accettato questa sfida, dobbiamo essere convinti che tra nemici non si governa per il bene dell’Italia. Dobbiamo cambiare passo con M5s e Leu. A Conte e al M5s dico, anche dieci volte, chiedo una cosa rivoluzionaria: la lealtà.

Zingaretti si dice soddisfatto del cambio di rotta in Italia e a Ravenna ha celebrato anche la fine dell'era del populismo e della stagione dell'odio:

Adesso in Italia si cambia tutto. Dietro di noi c’è una stagione che abbiamo pagato carissima, in particolare per l’economia. Domani in Parlamento si volta pagina, finisce l’era del populismo, chiudiamo la stagione dell’odio e apriamo quella della politica della speranza.

Il cambiamento si sentirà anche in Europa:

Ci guardavamo con sospetto. Tutto sembrava ipotecato. Lo spread alto minava fondi a scuola e welfare. Oggi torniamo a contare in Europa. Tutto questo non è avvenuto per caso ma perché nella politica è prevalso l’interesse del Paese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO