Video, Salvini: "Conte si è montato la testa. Di Maio agli Esteri? O è un genio o è..."

Il leader della Lega ha partecipato alla manifestazione in Piazza Montecitorio.

Matteo Salvini oggi era nel suo luogo preferito, la Piazza, accanto all'amica ritrovata Giorgia Meloni, per protestare contro gli ex amici Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e i loro compagni del governo giallorosso. La protesta organizzata da Fratelli d'Italia con l'appoggio della Lega e del nuovo movimento che fa capo a Giovanni Toti, governatore della Liguria ex Forza Italia, ha riempito tre piazze, quelle vicine a Montecitorio, dove, nel frattempo, Conte sta chiedendo la fiducia ai deputati.

Appena arrivato in piazza Salvini ha detto ai giornalisti:

"Siamo qua a rappresentare milioni di italiani che chiedono di scegliere, perché che ci siano al governo quelli che gli italiani hanno bocciato per molti non è democrazia, non è buonsenso, non è buongusto. Detto questo, abbiamo migliaia di sindaci, di consiglieri comunali, governatori, stanno chiamando tantissime associazioni di imprenditori, agricoltori, commercianti, produttori preoccupati. Quindi non faremo sconti, tanto non durano, il collante della poltrona non va avanti una vita"

E ha aggiunto:

"Questi vanno avanti a governare per non far vincere la Lega e Salvini? E intanto però devi approvare delle leggi, devi occuparti di scuola, di opere pubbliche, di sanità, di immigrazione, di manovra economica, di flat tax, di ambiente, di energia. Non è che possono stare insieme..."

Poi ha detto:

"Ho sentito qualcuno dire che Conte si è montato la testa..."

E su Luigi Di Maio ministro degli Esteri ha commentato:

"Per passare nell'arco di una settimana dal ministero del Lavoro a quello degli Esteri o sei un genio o... O... Però non giudico. Vedremo dai fatti. Io non ce l'avrei mai fatta. Se mi avessero detto: 'Salvini, da ministro dell'Interno vai a fare il ministero degli Esteri' io avrei detto: 'Ragazzi no, faccio il ministro dell'Interno, non faccio il ministro degli Esteri'. Ammiro questa abilità che è anche quella di Conte che dichiarava 'Non governò mai col PD'. Va be' fa niente, li giudicheremo dai fatti"

A Salvini è stato chiesto che cosa succederà con il decreto sicurezza e lui ha risposto:

"Ah chiedetelo a loro. Il decreto sicurezza ha ridotto il numero di reati, di crimini, di delitti, di furti, di rapine, di stupri, di sbarchi, di morti. Se vogliono tornare indietro non fanno un dispetto a me, fanno un dispetto all'Italia"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO