Forza Nuova passa al contrattacco e denuncia Facebook: violata libertà di opinione


Forza Nuova denuncia Facebook. Dopo la decisione del social network di oscurare le pagine con i profili dell’organizzazione di estrema destra - con la motivazione che chi diffonde odio non può essere ospitato - il leader del movimento Roberto Fiore ha fatto sapere che verrà presentato un esposto per il reato di diffamazione e attentato alle libertà di opinione: "Inoltre, l'ufficio legale raccoglierà tutte le richieste per danni avanzate dalle migliaia di persone che hanno visto le proprie pagine di interesse lavorativo cancellate. Il processo penale avrà la funzione di sollevare la questione politica ai più alti livelli giuridici. Solo allora potremo sapere se Roma continua a splendere come faro del Diritto o se l'asse politico-mediatico Fiano-Zuckerberg avrà avuto la meglio anche sui diritti universalmente riconosciuti" argomenta Fiore.

Emanuele Fiano è il parlamentare Pd che ha redatto un disegno di legge contro l’apologia del fascismo, da sempre in prima linea contro xenofobia e rigurgiti neo-fascisti. Forza Nuova fa sapere anche che "sono previste altre dieci manifestazioni in altrettante città italiane per difendere il proprio diritto alla libertà di opinione e di pensiero. Catania, Catanzaro, Caserta, Foggia, Roma, Perugia, Ravenna, Verona, Torino, Milano saranno le dieci città su cui convergeranno i militanti".

Il senatore dem Dario Parrini dopo la decisione di Facebook aveva commentato: "Tardi. Ma meglio tardi che mai... L’apologia di fascismo in Italia non è un’opinione. È un reato". Secondo Facebook Forza Nuova non ha rispettato le sue policy relative a "Violenza e comportamenti criminali" da parte di "persone o organizzazione pericolose". Facebook ha oscurato anche le pagine di CasaPound.

forza-nuova-deuncia facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO