Pontida: aggredito reporter di Repubblica e insulti a Gad Lerner

Si respira un'aria rabbiosa quest'anno a Pontida, molto più di altre volte. La crisi di Governo ed il successivo "tradimento" - dal punto di vista dei leghisti - da parte del M5S, non sono ancora stati digeriti dalla base della Lega. Purtroppo, questa mattina, si sono verificati un paio di episodi spiacevoli.

Un reporter di Repubblica è stato aggredito quando si trovava sul pratone di Pontida per realizzare delle interviste. Mentre intervistava una donna, altre persone presenti nei pressi sono intervenute non apprezzando le domande che il giornalista stava facendo. A far scattare la protesta è stata una domanda in particolare sul Presidente Mattarella; il giornalista ha chiesto alla donna se anche il Presidente Mattarella andasse considerato "un complice" di questo "governo abusivo", come l'aveva definito poco prima l'intervistata.

In un primo momento è intervenuto un uomo invitando il giornalista ad andare via perché "adesso ci incazziamo ed è meglio che te ne vai", dopodiché un altro uomo ha sferrato un pugno contro la telecamera perché il giornalista doveva "andare fuori dai c******i, f**a!".

L'altro episodio spiacevole ha riguardato Gad Lerner, anche lui presente a Pontida per fare il suo lavoro. Il giornalista è stato oggetto di insulti e minacce durante il suo tragitto - effettuato con scorta al seguito - sul prato, obbligatorio per arrivare al 'punto stampa'. Al giornalista, inserito nella lista dei nemici giurati della Lega dallo stesso Salvini, sono stati urlati insulti di ogni tipo: "sei un buffone", "straccione", "ti facciamo mangiare m***a", "venduto", "ebreo" etc etc.


È chiaro che la Lega, come partito, non si possa considerare responsabile per quanto accaduto; ognuno è responsabile delle proprie azioni personali. Di sicuro, però, Salvini ed i suoi hanno contribuito a creare questo clima con i ripetuti attacchi alla stampa non allineata, che ha il diritto di esistere e di fare il proprio lavoro al pari di chi invece apprezza e sostiene Salvini e la Lega. Quanto accaduto è sicuramente frutto del clima di estrema contrapposizione voluto e alimentato da Salvini in questi anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO