Matteo Salvini: "Niente odio a Pontida. Questa è l'Italia che vincerà"

Non poteva che essere il leader della Lega Matteo Salvini a chiudere la manifestazione leghista Pontida 2019 con un lungo discorso che ha ricalcato i temi di tutti i comizi che l'ex Ministro dell'Interno sta facendo da giorni, sia nelle piazze che in continue dirette su Facebook.

Questa è l’Italia che non chiede l’elemosina ma che chiede lavoro e dignità per i suoi figli. Sfideremo i traditori chiusi nel palazzo. Questa è una delle Pontida più belle di sempre. Col coraggio di essere liberi.

Matteo Salvini ha criticato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte - "È andato nelle zone terremotate senza incontrare i terremotati. Che profonda vergogna" - e gli ex alleati del Movimento 5 Stelle:

Su Di Maio non cambio idea, è un amico anche se cambia fronte. Ma non condivido le sue scelte: mi spiace vedere che l'evoluzione dei 5 stelle si trasformi nel cappello in mano in Umbria per una poltrona.

Salvini ne ha avuto anche per il Partito Democratico e contro la legge elettorale che aveva ricevuto il via libera anche grazie alla Lega, ma che ora non va più bene:

Potevano mancare i migranti? Ovviamente no e con l'occasione è arrivata anche la promessa di un referendum nel caso in cui il nuovo esecutivo decida di "smontare" il decreto Sicurezza:

Il problema è che l'Italia torna ad essere un campo profughi. Lo vedremo nelle prossime settimane. Le ong hanno festeggiato. Se smonteranno il decreto sicurezza sarà un'altra occasione di referendum, perché sia il popolo ad opporsi alle scelte del palazzo.

Poi, nella stessa giornata in cui si è aggredito un giornalista di Repubblica, si è parlato di baionette a Palazzo Chigi e si è insultato il giornalista Gad Lerner, Salvini sostiene che a Pontida non ci sia spazio per l'odio:

Questa è l'Italia che vincerà. L'odio e la paura non abitano a Pontida. Col sorriso si risponde agli insulti. Qua non ci sono poltronari ma uomini e donne con valori.

E questo è tutto da verificare, soprattutto perchè sempre troppo spesso gli insulti arrivano proprio da ambienti leghisti, anche se il leader Matteo Salvini finge di non saperlo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO