Pontida, Salvini fa salire sul palco Greta, bambina di Bibbiano: "Mai più bimbi rubati alle famiglie"


Matteo Salvini da Pontida ha detto oggi che non è il tempo dell’odio ma della proposta e della ripartenza. Di certo le parole di Borghezio e l'aggressione verbale a Gad Lerner e quasi fisica a un reporter di Repubblica sono episodi esemplificativi dell’aria che si respirava oggi al tradizionale raduno del Carroccio.

Lo stesso Salvini non ha mancato di tornare sulla vicenda dello scandalo affidi nel comune di Bibbiano: "Mi pare che tra i bambini ci sia anche Greta, che è questa splendida bimba coi capelli rossi che dopo un anno è stata restituita alla mamma".

L’ultimo colpo di teatro va in scena in chiusura dell'intervento del leader. L’ex ministro dell’Interno fa salire sul palco un gruppo di bambini, tra i quali c’è appunto Greta: "Mai più bambini rubati alle famiglie. Mai più bimbi rubati alle mamma e i papà. Mai più bimbi come merce. Chiedo a voi che siete sul prato, nel nome di questi bimbi che sono il nostro futuro, di prendervi per mano. Vi chiedo che la giornata di oggi sia l'inizio di una pacifica, democratica, rivoluzionaria liberazione del nostro paese": il resto sono applausi. Salvini era già stato in visita a Bibbiano in cerca di consensi facili a luglio.

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti, del Pd, è tra gli indagati nel filone amministrativo dell'inchiesta denominata "Angeli e Demoni", accusato di abuso d’ufficio, ma "non è coinvolto nei crimini contro i minori" precisano i pm. "Il Pd con Bibbiano non c'entra niente, c'è un sindaco indagato per abuso d'ufficio per aver concesso una sala, il resto è sciacallaggio" aveva commentato Zingaretti nel bel mezzo dello scandalo annunciando querele "per gli sciacalli come Di Maio" che all’epoca, nemmeno due mesi fa, collegava il Partito democratico a Bibbiano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO