Migranti, Guardia costiera italiana salva 90 persone, Malta nega il trasbordo. Ocean Viking ne salva altre 48

Intanto le autorità tunisine hanno recuperato otto corpi in mare.

Migranti salvati

Secondo quanto riportato da Alarm Phone, la Guardia Costiera italiana ha salvato oggi una novantina di persone con due sue barche intorno alle 4:40 del mattino. In un tweet, infatti, si legge:

"La barca con circa 90 persone a bordo è stata soccorsa! Dopo che abbiamo allertato le autorità maltesi e italiane, la guardia costiera italiana ha mandato due barche per il salvataggio, che è andato a buon fine e confermato alle 4.40. Benvenuti in Europa!"

I migranti salvati si trovavano su una imbarcazione di legno che era salpata da Zuara, a post di Tripoli, ed era in acque maltesi al momento del salvataggio. Alarm Phone ha subito allertato le autorità maltesi, le quali, tuttavia, non hanno voluto inviare un pattugliatore e hanno negato il trasbordo. Ora, però, le navi italiane che sono intervenute, si stanno comunque dirigendo verso Malta.

Intanto la Ocean Viking, la nave delle Ong SOS Méditerranée e Medici Senza Frontiere, ha salvato altri 48 migranti che si trovavano in difficoltà a 53 miglia dalle coste libiche. Tra di loro ci sono donne e bambini molto piccoli, tra cui un neonato. La nave sta ora verificando un altro possibile intervento.

Sempre Alarm Phone oggi ha comunicato anche di aver saputo da fonti tunisine che le autorità della Tunisia hanno recuperato i corpi di otto migranti annegati in mare a largo di Sfax. Non è ancora chiaro se erano a bordo del peschereccio è che affondando a largo delle coste di El Aouabed, ma ha scritto che si temono altri morti.

Ricordiamo che oggi c'è stato anche uno sbarco a Lampedusa e che l'hotspot dell'isola è ormai al limite, per questo si sta cercando di effettuare i trasferimenti per riportare il numero entro le possibilità del centro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO