Grillo sulla scissione Pd: "Renzi ha fatto una minc... come Salvini"


Anche Beppe Grillo commenta l’addio di Matteo Renzi al Partito democratico, all’indomani del giuramento di viceministri e sottosegretari del Conte bis, come sottolineato anche da Palazzo Chigi che ha parlato di una tempistica che quantomeno sorprende e di poca chiarezza da parte di Renzi all’atto della formazione del nuovo esecutivo.

Il fondatore e garante del Movimento Cinque Stelle, che aveva benedetto la nascita del governo giallorosso come un’occasione unica per cambiare il paese, in una "Lettera aperta ai parlamentari renziani" pubblicata sul suo blog ha paragonato Renzi a Salvini: "Di solito, prima a di fare qualcosa di importante si è presi dai dubbi. I Mattei sono passati entrambi alla minchiata d'impulso, ma il Paese è instabile e non è il momento di dare seguito a dei narcisismi".

Secondo Grillo "il fuggiasco (Salvini, Ndr) per via del fatto che non è più aviotrasportato dal ministero degli interni, deve crescere i toni ed accelerare l’arroventamento degli animi di tutto lo scontento possibile. Cercherà di trasformare ogni valle del paese in una piccola Pontida! Non gli basteranno tutti i primogeniti d’Italia per le sue celebrazioni deliranti".

Invece "Matteo Secondo, fra una manata di pop corn e l’altra, è scomparso dalla top ten dei politici più graditi, in qualcuna c’è ancora ma… sotto a Franceschini. Così annuncia improvvisamente di fare una “Renzata” (che ha un sinonimo molto più diffuso ed amato in Italia, non lo voglio ripetere… per non dare soddisfazione ai due mattei). Renzi è un animale politico di livello, si accorge di come vanno le cose velocemente: se aspetta la Leopolda non gli resterà altro da fare che spogliarsi davanti a tutti e mostrare tatuaggi BCE and FMI forever!"

Senza capire che il rischio è "di svegliarci tutti con Pontida capitale". Alla faccia del bene dell’Italia.

Beppe Grillo su matteo renzi scissione pd

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO