Bersani risponde a Renzi: "Io rientro nel Pd? Ancora gli credete?"

Anche oggi Matteo Renzi ha ripetuto quello che aveva detto anche ieri, nel giorno del suo addio al Pd, e che ripete ormai da mesi. Ovvero che adesso, senza di lui, nel Pd "rientreranno Bersani, Speranza e D'Alema". Non si capisce bene cosa voglia dimostrare Renzi dicendo questa cosa; il suo obiettivo è quello di apparire come una sorta di perseguitato dal "fuoco amico", ma di fatti appare più come un bullo che, con i suoi veti e la sua insofferenza, limitava l'orizzonte di un partito nato per essere plurale, aperto e scalabile. Tutte qualità che lo stesso Renzi ha sfruttato per emergere e diventare prima segretario e poi Presidente del Consiglio.

All'ex Premier ha risposto proprio Pierluigi Bersani facendo una battuta: "Ma voi ancora credete alle cose che dice Renzi? Questa cosa la dice da tempo, ma non è affatto vera..."

Per quanto riguarda la tenuta del Governo, Bersani non ravvisa un particolare pericolo legato allo scisma renziano. Quando arriverà il momento nel quale una delle componenti farà venire meno il suo appoggio, allora si porrà una questione di responsabilità nei confronti del Paese: "Questo governo lo possono far cadere tutti. Lo può far cadere il Movimento cinque stelle, Leu, Zingaretti, e forse anche lo stesso Renzi... E poi, bisogna anche assumersi la responsabilità di questa caduta..."

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO