Indagato l'ex presidente della fondazione che sosteneva la Leopolda di Renzi

indagato ex finanziatore leopolda di renzi gettyimages-1052737554.jpg
L’ex presidente della Fondazione Open, creata per finanziare alcune iniziative di Matteo Renzi tra cui la Leopolda, è indagato a Firenze in un'inchiesta che ipotizza il reato di traffico di influenze.

L'avvocato fiorentino Alberto Bianchi, per bocca del suo legale Nino D'Avirro, parla di una "ipotesi di reato fumosa" esprimendo la "convinzione di poter chiarire al più presto" la sua posizione. Spiega D’Avirro: "L'avvocato Alberto Bianchi è indagato per un'ipotesi di reato fumosa qual è il traffico di influenze per prestazioni professionali a mio avviso perfettamente legittime".

L’avvocato aggiunge che Bianchi "ha messo a disposizione degli inquirenti la documentazione richiesta nella convinzione di poter chiarire al più presto questa vicenda che lo sta profondamente amareggiando". Intanto, secondo quanto riferisce RaiNews24, sarebbe stata eseguita anche una perquisizione nell’ambito dell’indagine coordinata dal pubblico ministero di Firenze Luca Turco sulla quale vige il massimo riserbo.

L’appuntamento di Renzi con la Leopolda quest’anno porta la data del 18-20 ottobre e nelle idee dell’ex premier dovrebbe essere la rampa di lancio per il suo nuovo soggetto politico, Italia Viva, che stando a un sondaggio realizzato da EMG Acqua per Agorà su Rai 3 ad oggi otterrebbe solo il 3,4% dei consensi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO