Bibbiano, il sindaco Carletti ora ha solo l'obbligo di dimora notturna. Revocati i domiciliari

Carletti potrebbe ancora influenzare le indagini.

Sindaco di Bibbiano Andrea Carletti del PD

Andrea Carletti, sindaco di Bibbiano attualmente sospeso perché coinvolto nell'indagine Angeli e Demoni, torna libero grazie alla decisione del Tribunale della Libertà che ha revocato gli arresti domiciliari e disposto solo l'obbligo di dimora notturna, dalle ore 22 della sera alle 7 del mattino, presso la sua residenza, che non è a Bibbiano, ma nel vicino Comune di Albinea.

Carletti era ai domiciliari dal 27 giugno perché è indagato per abuso di ufficio e falso ideologico. Ora, però, il ricorso presentato dai suoi legali Giovanni Tarquini e Vittorio Manes, è stato accolto e dunque torna in sostanziale libertà, se si eccettua la sera.

Dall'interrogatorio cui è stato sottoposto, emerge, secondo gli inquirenti, la volontà da parte di Carletti "di proseguire la sua carica di sindaco di Bibbiano con un metodo di azione volto alla mera realizzazione di fini politici, indifferente alle regole e alla normativa sottostante". Nell'ordinanza del Tribunale della Libertà di Bologna si legge anche che l'obbligo di dimora viene disposto perché "sussiste tuttora il pericolo di reiterazione di reati del stesso tipo". Ieri Carletti ha dato mandato ai suoi avvocati di querelare tutti coloro che lo hanno offeso in questo periodo, incluso Luigi Di Maio, leader del M5S e oggi ministro degli Esteri.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO