Zingaretti: "Italia e UE devono risolvere il problema dei migranti in Libia"

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti è sempre più convinto che un aspetto importante per contrastare il fenomeno dei flussi migratori sia intervenire direttamente in Libia, come del presto precisato nelle ultime settimane anche dalla Commissione UE e dalle altre parti coinvolte nella gestione dei migranti.

Intervistato oggi a SkyTg24, Zingaretti ha voluto ribadire che sostenere "porti chiusi" o "porti aperti" è assolutamente riduttivo e per nulla esatto:

Italia e Ue devono andare in Libia e non illudersi che l'unico modo per affrontare il problema dei migranti sia dire 'porti chiusi' e fare campagna elettorale.

L'ex Ministro dell'Interno Matteo Salvini aveva fatto di "porti chiusi" uno dei principali slogan della sua propaganda e Zingaretti non ha mancato di sottolinearlo:

La demagogia di Salvini dei porti chiusi non aveva risolto niente in quanto continuavano gli sbarchi. Vogliamo la sicurezza dei porti e delle frontiere ma la demagogia non ha risolto il problema. Con la Ue dobbiamo costringere gli altri Paesi ad assumersi le loro responsabilità. Addirittura Macron ora ha accettato di aprire un dialogo. Dobbiamo costruire una politica per la immigrazione basata sulla sicurezza e sulla umanità.

Zingaretti ha approfittato dell'occasione per spiegare come Matteo Renzi lo abbia avvisato dell'intenzione di allontanarsi dal PD insieme alla sua schiera di fedelissimi. Il segretario dem sarebbe stato messo al corrente soltanto a decisione già presa:

Ho ricevuto un Whatsapp quando la decisione era stata presa. Non pretendevo una telefonata. Il problema non è Zingaretti ma gli italiani. Spiegare agli italiani perchè è successo dopo il giuramento del governo. Non è una questione personale per me.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO