Istat rivede al ribasso Pil 2018: "Significativo rallentamento" | Migliora la pressione fiscale

Istat dati pil 2018

L’Istat dopo aver certificato l’attuale fase di stagnazione dell’economia italiana rivede al ribasso la crescita del Pil in volume per l’anno 2018 che è pari a +0,8%, -0,1% rispetto alla stima diffusa ad aprile scorso.

Resta invariato il dato relativo al 2017 (+1,7%) mentre peggiora la stima deficit-Pil relativa all’anno scorso: 2,2% contro il 2,1,% precedentemente stimato. Cambia quindi la curva della crescita con l’inizio della ripresa posticipato dal 2014 (Pil rivisto da +0,1% a 0) al 2015 (Pil a +0,8%).

L’Istituto nazionale di statistica rivaluta invece al rialzo la stima della crescita del 2016, da +1,1% a +1,3%. Il +0,8% del 2018 rispetto al +1,7% del 2017 rappresenta "un significativo rallentamento" sottolinea il report.

Il recupero cumulato tra il 2015 e il 2018 ha fatto salire complessivamente il valore del Pil in volume al 4,6% ma il livello del Pil rispetto al picco del periodo pre-crisi (2007) resta indietro del 4,3% e dello 0,4% rispetto al 2011.

Migliora invece la pressione fiscale complessiva che nel 2018 è stata pari al 41,8%, dal 42,1% stimato ad aprile. Rivisto in calo anche il dato 2017, pure qui di 0,3 punti percentuali.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO