Migranti, raggiunto accordo per documento comune. Lamorgese: “Passi concreti”

Il mini vertice sui migranti che si è tenuto oggi a La Valletta sembra aver prodotto qualche risultato. I ministri degli interni di Malta, Italia, Francia, Germania e Finlandia, insieme al Commissario per le migrazioni, Dimitris Avramopoulos, hanno raggiunto un accordo di massima sottoscrivendo un "documento comune", che adesso verrà discusso nel Consiglio per gli affari interni già programmato per l'8 ottobre prossimo in Lussemburgo.

La Ministra Lamorgese ha definito "molto importante" il lavoro svolto, considerandolo "un primo passo concreto per un approccio di vera azione comune europea". Per la nuova Ministra dell'Interno il confronto è stato più che produttivo: "Ho trovato un clima davvero positivo perché la politica migratoria va fatta insieme agli altri Stati. Noi abbiamo sempre detto che chi arriva a Malta e in Italia arriva in Europa. E oggi questo concetto fa parte del comune sentire europeo".

Più cauto il ministro tedesco Horst Seehofer, che si è detto "moderatamente ottimista". La Lamorgese si è presentata al tavolo con richieste concrete: la realizzazione di un piano automatico di redistribuzione obbligatoria dei migranti, compresi quelli "economici", che preveda l'ipotesi di sanzioni nei confronti di quei Paesi che decideranno di sottrarsi ai loro compiti. Inoltre, il Governo italiano ha chiesto anche la creazione di un efficiente meccanismo per il rimpatrio, coordinato dall'UE, per i soggetti che non hanno diritto all'asilo in Europa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO