Clima, vertice Onu, Greta Thunberg: "Pensate ai soldi, ci avete rubato il futuro". Trump la snobba, Merkel le parla

66 Paesi promettono emissioni zero entro il 2050.

Il vertice Onu sul clima ha raggiunto un primo risultato importante, ammesso che tutti mantengano le promesse fatte: 66 Paesi si sono infatti impegnati a raggiungere emissioni zero di diossido di carbonio entro il 2050. Lo ha annunciato soddisfatto il Segretario generale dell'ONU Antonio Guterres, che ha detto:

"Sessantasei governi, 10 regioni, 102 città, 93 aziende e 12 investitori si sono impegnati nel raggiungere le zero emissioni nette di Co2 entro il 2050. L'emergenza climatica è una gara che stiamo perdendo, ma possiamo vincerla"

Inoltre 68 Paesi hanno promesso di rivedere verso l'alto i loro piani climatici entro il 2020, quando il 195 Paesi che hanno aderito all'accordo di Parigi sul clima dovrebbero presentare i nuovi impegni. Altri 30 Paesi stanno aderendo a un'alleanza che si impegna a fermare la costruzione di centrali a carbone dal 2020.

Intanto la Russia, rappresentata dal Primo Ministro Dmitrij Medvedev, ha dichiarato di aver firmato una risoluzione relativa alla ratifica dell'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, accordo cui, invece, ricordiamo che non ha tra i Paesi firmatari gli Stati Uniti, perché Donald Trump si rifiuta di ammettere l'emergenza dei cambiamenti climatici.

Eppure oggi, a sorpresa, il Presidente degli Stati Uniti si è presentato al vertice e si è seduto accanto al suo vicepresidente Mike Pence e all'ambasciatore Usa all'ONU Kelly Craft. Ha anche applaudito il discorso del Presidente indiano Narendra Modi, ma quando ha incrociato Greta Thunberg nei corridoi ha fatto finta di non vederla, mentre l'espressione della ragazza è radicalmente cambiata.

Durante il suo discorso Thunberg ha fatto trasparire tutta la sua rabbia nei confronti di chi ha permesso che si arrivasse fino a questo punto, lasciandosi andare anche a qualche lacrima. La giovane attivista svedese ha detto:

"Io non dovrei essere qui, dovrei essere a scuola dall'altra parte dell'Oceano. Eppure voi vi rivolgete a noi giovani per avere speranza. Le persone stanno soffrendo e stanno morendo, interi ecosistemi stanno crollando. L'ecosistema sta collassando, siamo all'inizio di un'estinzione di massa, e tutto ciò di cui voi parlate sono soldi, favole e crescita economica. La scienza da trent'anni è chiara ma voi distogliete lo sguardo, come osate? Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia. Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento, gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi, e se sceglierete di fallire non vi perdoneremo mai. Il mondo si sta svegliando e il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no"

Se Trump l'ha ignorata, la cancelliera tedesca Angela Merkel, invece, si è seduta accanto a lei prima dei discorsi ufficiali e quando è toccato a lei parlare ha ricordato che il governo tedesco ha raggiunto nei giorni scorsi un accordo importante e ha varato un "pacchetto clima" che segna l'inizio di un cambiamento profondo, perché la Germania vuole dare il proprio contributo per giungere a una economia e a una vita sostenibili in tutto il mondo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO