Renzi: "Alleanza con M5S solo per fermare Salvini. Ma non staccherò la spina al governo"

"Voteremo il taglio ai parlamentari anche se è una robetta demagogica".

Matteo Renzi oggi è stato ospite di Myrta Merlino a "L'aria che tira" su La7 e ha parlato del suo nuovo partito Italia Viva e dei rapporti con il governo Conte 2, composto, oltre che da alcuni suoi fedelissimi, da ministri del PD, del MoVimento 5 Stelle e di Liberi e Uguali. L'ex Premier, per l'ennesima volta, ha ribadito che non staccherà la spina all'esecutivo giallorosso, ma ha spiegato anche che l'unico motivo per cui appoggia un governo con dentro i pentastellati è per fermare Matteo Salvini con il quale, tra l'altro, il prossimo 15 ottobre avrà uno scontro diretto in tv.

Renzi ha detto:

"Se non era per noi, si sarebbe andato a votare e l'Italia non avrebbe toccato palla in Europa, sarebbe aumentata l'Iva e Salvini in campagna elettorale si sarebbe inventato di tutto"

Poi ha detto che la scadenza della legislatura è il 2023 e che voterà il taglio dei parlamentari tanto voluto dal M5S. Di questo punto ha parlato anche a Radio24, dicendo:

"Loro riducono solo i parlamentari e i costi, noi avremmo anche eliminato una delle due Camere. Robetta, un tributo demagogico rispetto alla nostra riforma, noi cambiavamo l'Italia"

E poi ancora sull'alleanza con i 5 Stelle:

"Io ho cercato di fare di tutto per mandare a casa Salvini. L'alleanza con i 5 Stelle è un incredibile azzardo, ma sarebbe stato peggio essere in campagna elettorale contro il leader della Lega, a torso nudo tra un mojto e una cubista, a promettere fake news"

Sul suo partito Italia Viva a Myrta Merlino Renzi ha detto:

"Non cito la Provvidenza, perché ne parlava Salvini e non gli ha portato benissimo. Ma i parlamentari crescono di uno a settimana, nel Paese c'è una diffusione di comitati di Italia viva incredibile. Questo è il partito di un sacco di bella gente che si sta iscrivendo. In meno di una settimana abbiamo avuto ventimila adesioni online. Alla Leopolda non sappiamo dove mettere la gente. Se c'è una cosa bella, in Italia viva, è che non ci sono correnti. Qui ci si vuol bene. Per anni mi sono svegliato con quelli del mio partito che mi facevano la guerra, i primi ad esultare dopo il referendum erano quelli del mio partito"

Poi ha aggiunto:

"I renziani non ci sono più. Chiamateci i vivaci, il vivaio, come volete..."

La conduttrice gli ha offerto uno yogurt perché Romano Prodi ha detto che Italia Viva ha la scadenza ravvicinata, proprio come uno yogurt e Renzi ha replicato:

"Con affetto, posso dirgli che dovrebbe essere l'ultimo a parlare di cibo e politica. Lo chiamavano il Mortadella..."

Matteo Renzi - Aria che tira - La7 - Myrta Merlino

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO