Def: ancora lontana l'intesa, nulla di fatto nel vertice di Palazzo Chigi

def vertice palazzo chigi

Le quattro ore di vertice a Palazzo Chigi non sono state sufficienti al governo Conte per trovare l’intesa sulle misure da inserire nel Def per scongiurare gli aumenti selettivi dell’Iva. La riunione è stata convocata dal premier Giuseppe Conte ed ha visto la partecipazione anche del ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, il quale ha prefigurato per l’appunto gli aumenti selettivi dell’Iva. No secco di Luigi Di Maio e Matteo Renzi con la situazione che rimane in stallo: il problema principale è quello di reperire i fondi per scongiurare le clausole di salvaguardia senza far salire il deficit del Pil oltre il 2,2%.

Una fonte di Palazzo Chigi fa sapere che "ci sono ancora molte ipotesi in campo". I ministri Luigi Di Maio e Dario Franceschini, capi delegazione di Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, si sono salutati con l’impegno di risentirsi stamane. Sono dunque ore frenetiche, perché alle 18:30 è in programma il Consiglio dei Ministri ed entro quell’ora occorre trovare l’intesa definitiva. I tagli fin qui ipotizzati ai ministeri non saranno sufficienti, ragion per cui se non si dovessero recuperare altri fondi senza mettere le mani nelle tasche degli italiani, potrebbe prevalere la linea di chi ipotizza l’aumento del deficit al 2,3 o addirittura al 2,4%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO