Manovra, Gualtieri attende l'ok dall'Ue: "Siamo fiduciosi"

Il Governo è al lavoro sulla manovra, che sta elaborando sulla base di quanto previsto nella Nota di Aggiornamento al Def che il consiglio dei ministri ha approvato ed inviato alla Commissione Europea, che adesso dovrà dare l'ok all'impianto previsto da Gualtieri. Prima di avere l'ok definitivo sarà difficile prendere realmente delle decisioni, perché l'Italia ancora non sa se la flessibilità richiesta sul deficit verrà accordata o meno dalla Commissione.

Il Ministro dell'Economia oggi ha parlato davanti all'assemblea di Confindustria dicendosi "fiducioso" sul via libera, perché il dialogo con Bruxelles "è costante" e la flessibilità è "in linea con le norme europee".

Sulle prospettive per il futuro il Governo ha scelto una linea prudente, facendo una stima di crescita del pil dello 0,6%. Gualtieri ha ammesso di non essere stato "troppo ottimista", sottolineando che il Governo intende "avviare una prima riduzione del carico fiscale che metta più soldi in tasca ai lavoratori, ma anche definire i contorni di una riforma fiscale".

La priorità principale per il Governo era quella legata alle clausole Iva, da disinnescare assolutamente per evitare un calo nei consumi che, stante la situazione di stagnazione, avrebbe inevitabilmente portato ad una recessione: "Abbiamo disattivato completamente le clausole Iva e lo abbiamo fatto non completamente in deficit, mettendo così il debito in una traiettoria discendente".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO