Taglio parlamentari, oggi il voto definitivo. Di Maio: sia trasversale. Anche FI a favore. Chi resta contro?


Il taglio dei parlamentari giunge oggi al voto definitivo, in quarta lettura alla Camera. L’iniziativa portata avanti con convinzione dal M5S ha racimolato via via altri consensi, anche solo per convenienza politica.

Ora anche Forza Italia si dice disposta a votare la sforbiciata che taglia i deputati da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200. Per gli azzurri Laura Ravetto conferma il sì al taglio chiedendo però con forza anche una revisione della legge elettorale: "Al M5S dico abbandoniamo la mitomania della finta democrazia diretta".

600 parlamentari al posto di 945 significa un risparmio per le casse dello Stato pari a 100 milioni di euro all'anno. Ancora dai banchi dell’opposizione, la Lega voterà a favore: "L'abbiamo votato tre volte, lo votiamo anche la quarta volta. A meno che non ci sia lo scambio delle vacche Pd-M5S, ho letto che il Pd ha detto 'votiamo il taglio dei parlamentari se ci votate lo Ius soli'..." ha chiarito Matteo Salvini dagli studi di Non è l’Arena.

Non pervenuta finora la posizione di FdI. Italia Viva di Matteo Renzi sarà della partita pur parlando di "tributo demagogico" da pagare ai 5 Stelle.

Il ministro degli Esteri e leader del M5S Luigi Di Maio dal canto suo si dice "molto emozionato per il taglio dei parlamentari" aspettandosi non "solo un voto di maggioranza ma di tutto il parlamento".

E in effetti il sì definitivo al taglio dovrebbe avere una maggioranza solida, di circa 620 voti. Per ora l’unico partito che ha dichiarato esplicitamente la sua contrarietà è +Europa che alla Camera conta tre esponenti.

taglio parlamentari voto definitivo oggi

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO