Orlando (PD): "Sul taglio dei parlamentari non c'è stato scambio con altre misure. Alleanze con M5S probabili in Emilia Romagna e Calabria"

Il candidato in Calabria potrebbe essere Nicola Morra.

Andrea Orlando

Questa mattina Andrea Orlando, vicesegretario del PD ed ex ministro della Giustizia, è stato ospite ad Agorà su Raitre e ha parlato del taglio dei parlamentari che avuto ieri il via libera definitivo anche con il voto dei Dem che nelle precedenti votazioni erano stati sempre contrari. Orlando ha specificato:

"Non c'è stato uno scambio con un'altra misura, non penso che una maggioranza possa andare avanti con gli scambi"

E ha aggiunto:

"Ora serve una legge elettorale che eviti che ci siano territori non rappresentati e che non ci sia uno sbarramento implica che tagli fuori delle forze politiche. Su questo aspetto c'è attenzione anche a livello internazionale, alcuni Paesi sono stati messi in mora perché avevano soglie di sbarramento troppo alte"

Per quanto riguarda la prossima legge elettorale ha spiegato:

"Il maggioritario a doppio turno può essere una strada oppure credo che sia molto interessante il sistema spagnolo, un proporzionale su base di collegio, a seconda di come disegni i colleghi hai uno sbarramento collegio per collegio e le liste sono molto corte"

Rispondendo all'ex parlamentare Emanuele Macaluso, Orlando ha detto:

"Io sono convinto del fatto che una riforma avrebbe avuto più senso se si fosse riusciti subito ad abbinare la riduzione del numero dei parlamentari a una migliore funzionalità. Ma recupereremo nei prossimi mesi sulla base di un accordo politico che è stato fatto"

A Orlando è stato poi chiesto se non è un po' troppo ottimistica la previsione di recuperare 7 miliardi dall'evasione fiscale e lui ha risposto:

"I 7 miliardi dall'evasione fiscale sono un obiettivo ambizioso, ma possibile. Ma fare la discussione sulla manovra ora non ha senso, non c'è ancora nulla nero su bianco di cui parlare. Noi oggi ci sediamo a un tavolo in cui l'Europa ha riconosciuto una flessibilità che al governo precedente non era stata riconosciuta, per una questione di credibilità"

Infine gli è stato chiesto se ci saranno altre alleanze tra PD e M5S come quella che è in atto in Umbria, dove entrambi i partiti sostengono lo stesso candidato, ossia Vincenzo Bianconi. Orlando ha detto:

"Caso per caso verifichiamo. In Emilia Romagna la vedo probabile, in Calabria penso ci siano molte probabilità, ma non mi metto a fare dei nomi"

L'ultima affermazione è una risposta alla domanda se il candidato possa essere Nicola Morra del M5S, attualmente presidente della Commissione parlamentare antimafia, che in Calabria è stato per molti anni docente di storia e filosofia in diversi licei e che è stato eletto senatore proprio nella circoscrizione Calabria, nel collegio uninominale di Cosenza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO