Crisi siriana, allarme UE: "Seria preoccupazione per foreign fighters"

C'è il rischio che i miliziani dell'Isis detenuti nel Nord-Est della Siria possano fuggire.

Allarme foreign fighters

Proprio come anticipato dal nostro Premier Giuseppe Conte, anche qualificate fonti UE riprese dall'Ansa confermano che, a causa delle crisi siriana in atto, c'è una "seria preoccupazione" per i foreign fighters che si trovano nell'area in cui la Turchia ha sferrato la sua offensiva. In pratica c'è il rischio che i miliziani dell'Isis detenuti nella zona Nord-Est della Siria possano fuggire.

Intanto il ministero della Difesa turco ha annunciato che è stato ucciso il primo soldato dall'inizio delle operazioni della Turchia nel Nord-Est della Siria e altri tre turchi sono rimasti feriti. Le forze curdo-siriane ieri avevano detto che cinque militari turchi erano stati uccisi.

L'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria ha fatto sapere che nelle zone attaccate ci sono oltre 60mila sfollati, civili che ora sono in fuga dalle zone di Darbasiye e Ras al Ayn e sono diretti a sud verso la città di Hasake.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO