Caso Ruby, disposti gli arresti domiciliari per Emilio Fede

Emilio Fede

L'ex direttore del TG4 Emilio Fede non sconterà in carcere la condanna a 4 anni e 7 mesi diventata definitiva dopo la sentenza della Corte di Cassazione nel processo Ruby Bis che ha visto confermare anche la condanna a 2 anni 10 mesi di carcere per Nicole Minetti.

Lo ha stabilito oggi il Tribunale di Sorveglianza di Milano, accogliendo una delle istanze presentate dal legale di Fede, l'avvocato Salvatore Pino, dopo la prima sospensione dell'ordine di carcerazione.

Il giornalista, oggi 88enne, era stato condannato per favoreggiamento della prostituzione e tentativo di induzione alla prostituzione. I giudici hanno stabilito oggi che sottoporre lo storico amico di Berlusconi alla detenzione in carcere provocherebbe in lui "una enorme sofferenza".

Oltre all'età del condannato, nella decisione del giudici hanno pesato anche i problemi di salute di Fede. Mandarlo in carcere, dicono i giudici, "andrebbe contro il senso di umanità".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO