Salvini: "Le porte della Lega sono aperte per chi credeva nel M5S"

Matteo Salvini è tornato a fare il senatore da qualche settimana dopo l'esperienza di governo e la sua propaganda non ha fatto altro che inasprirsi, tra attacchi e inviti alla piazza. E mentre le sue presenze al Senato continuano a contarsi sulle dita di una mano, i suoi interventi pubblici in giro per l'Italia rimangono costanti da quando era Ministro dell'Interno.

Oggi il leader della Lega si è recato a Napoli per il convegno di tre giorni organizzato da Fino a prova contraria, il movimento che da anni si sta muovendo per la riforma della giustizia italiana affinché sia più equa ed efficiente. Lì l'ex Ministro dell'Interno si è detto pronto ad accogliere tra le fila della Lega tutti gli elettori delusi del Movimento 5 Stelle:

Sono vicino agli elettori e ai militanti del Movimento 5 Stelle, che sono partiti per fare la rivoluzione e adesso si devono ingoiare Renzi, Boschi, Lotti, Gentiloni, Franceschini e D'Alema al governo, quindi hanno poco da festeggiare.

Con l'occasione Salvini ha ribadito l'illegittimità, dal suo punto di vista, del nuovo governo in carica:

In un Paese normale un governo che non rappresenta l'Italia non sarebbe neanche nato e avremmo chiesto il voto agli italiani. Intanto limitiamo i loro danni, che sull'immigrazione in un mese sono già tanti, e poi stiamo studiando per tornare al governo in maniera più coerente rispetto a quanto non fosse l'alleanza con il Movimento 5 Stelle, che veramente più lì conosco e più li evito.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO