Di Maio: "Chiederemo all'Ue di bloccare la vendita di armi alla Turchia"

La manifestazione "Italia a 5 Stelle" in corso questa sera a Napoli è iniziata con un fuori programma. Un gruppo di ragazzi dei centri sociali dell'Area Flegrea ha interrotto l'intervento d'apertura di Luigi Di Maio al grido di "Basta armi alla Turchia", esibendo sotto il palco uno striscione sul quale era riportato lo stesso messaggio.

Gli attivisti dei 5 Stelle non hanno accolto questa azione di protesta con fastidio, ma anzi hanno applaudito il gruppo di ragazzi autori di questo blitz.

Di Maio ha colto la palla al balzo ed ha annunciato che lunedì prossimo, in occasione del Consiglio "Affari esteri" in seno all'Ue, farà la stessa richiesta ai suoi omologhi europei: "Questi ragazzi chiedono lo stop alle armi alla Turchia: hanno ragione, lo diciamo anche noi. Avete visto la Turchia cosa sta facendo, un'azione unilaterale nei confronti della Siria. Lunedì come ministro degli Esteri ho il primo Consiglio dei ministri degli Affari esteri e chiederemo che tutta l'Unione europea blocchi la vendita delle armi alla Turchia".

La Germania, l'Olanda e la Finlandia hanno già annunciato la sospensione della vendita di armi alla Turchia. Lo stesso ha fatto anche la Norvegia che non fa parte dell'Unione Europea.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO